L’automassaggio, il miglior modo di prenderci cura di noi stessi - Fisiocrem

L’AUTOMASSAGGIO, IL MIGLIOR MODO DI PRENDERCI CURA DI NOI STESSI

Le lesioni muscolari più comuni

L’AUTOMASSAGGIO, IL MIGLIOR MODO DI PRENDERCI CURA DI NOI STESSI

Il massaggio è una delle tecniche più utili per prendersi cura della nostra muscolatura. 
Esistono diversi tipi di massaggio, ma quello più comune è quello che pratichiamo su noi stessi e che definiamo ‘automassaggio’, questo può risultare un ottimo alleato per la nostra salute.
Massaggiando la parte interessata con le mani, facendo delle leggere pressioni sulla cute con i polpastrelli o anche aiutandoci con piccoli pizzichi, attiviamo una serie di meccanismi fisiologici che ci consento di:

  • attivare o rilassare la muscolatura;
  • migliorare la circolazione sanguigna;
  • diminuire la sensazione di dolore;
  • lenire il senso di affaticamento.

Auto massaggiarsi presenta, quindi, numerosi benefici: attenzione però, perché esso ha anche alcune limitazioni.
Infatti, alcune zone del corpo sono difficili o praticamente impossibili da raggiungere, inoltre, agendo da soli, si possono applicare soltanto alcune tecniche specifiche di massaggio e incorrere in errori è piuttosto facile...
Le raccomandazioni fondamentali per praticare l’automassaggio in modo sicuro sono: 

  1. praticarlo su una superficie epidermica sana, pulita e asciutta;
  2. la parte da trattare deve essere in posizione rilassata, mentre noi dobbiamo porci nella posizione più ergonomica possibile, per proteggere la nostra schiena;
  3. esercitare pressioni lievi o moderate in funzione del tipo di massaggio;
  4. la durata del trattamento non deve superare i 15 minuti.

La frizione, il massaggio e la pressione sul tessuto muscolare, in quest’ordine, sono le tecniche più raccomandabili per l’auto massaggio. La prima permette di muovere gli strati superficiali della pelle in modo trasversale rispetto al muscolo, con piccoli movimenti circolari della mano o con il pollice, allo scopo di riscaldare la superficie e riattivare la circolazione. 
Il massaggio sul tessuto muscolare si potrebbe paragonare alla lavorazione dell’impasto del pane: con una o entrambe le mani effettua un movimento circolare, spesso accompagnato da una  leggera pressione, con lo scopo di lavorare più in profondità. Quando avremo familiarizzato con questa tecnica e avremo una migliore conoscenza del nostro corpo potremo lavorare con le nocche o addirittura con il pugno per una maggiore efficacia.


RICORDATE CHE QUESTE TECNICHE NON DEVONO MAI PROVOCARE DOLORE E SI DEVONO PRATICARE LENTAMENTE E CON DELICATEZZA. LE TECNICHE PIÙ ENERGICHE DEVONO ESSERE PRATICATE DA UN PROFESSIONISTA ISCRITTO ALL’ORDINE DEI FISIOTERAPISTI.

  • Le zone che si possono trattare sono:
    Estremità inferiori: coscia, polpaccio, piede
  • Fascia laterale: glutei e adduttori
  • Estremità superiori: mano, avambraccio, bicipite, tricipite
  • Tronco: pettorali e trapezio

INDICAZIONI
Prima dell’allenamento/competizione/attività lavorativa si consiglia di praticare un automassaggio di circa 5 minuti prima dell’inizio dell’attività per riscaldare e preparare la muscolatura.
Dopo l’attività si può praticare sulla zona dolente un massaggio leggero e progressivo per 5 minuti per facilitare il recupero.


Inoltre, Fisiocrem Gel Active, crema topica a base di estratti naturali di Arnica, Calendula, Iperico e Melaleuca, può migliorare la sensazione di benessere di un buon massaggio, grazie all’effetto lenitivo dei suoi estratti. Prima di un allenamento intenso, per prepararsi allo sforzo, e subito dopo l’attività fisica, per un pronto recupero, dedicare qualche minuto a un delicato massaggio con Fisiocrem può essere davvero la migliore delle abitudini! Da Fisiocrem vogliamo che tu raggiunga tutti i tuoi traguardi! 
Come in ogni disciplina sportiva “diventa forte per competere, non competere per diventare forte”.